Corsi di Land Art

LAND ART – lavoro di installazione all’aperto in gruppo (minimo 6 persone) , durata 2 giorni, con Massimo Diosono.
La Land Art o Earth , inventata da Christo, nasce negli Stati Uniti negli anni ’70 come esperienza creativa nell’ambito dell’arte concettuale, ma la definizione viene utilizzata per la prima volta soltanto nel 1969, in California, da Gerry Schum, autore di un famoso video sull’argomento, in riferimento al lavoro di artisti come Richard Long, Barry Flanagan, Robert Smithson, Dennis Oppenheim, Walter De Maria, Christo, ecc. che agiscono direttamente sul paesaggio, modificandone l’aspetto mediante interventi temporanei o facendo uso di materiali naturali. L’azione prevede quindi l’obsolescenza delle opere, programmata dall’artista o affidata all’indomita vitalità degli agenti naturali, che rende il tempo, cioè il nemico principale dell’arte  tradizionale, indissolubilmente connessa al concetto della sua persistenza, un protagonista positivo e previsto fin dall’inizio del linguaggio artistico.
La Land Art manifesta un’attenzione ecologica per la natura, per la sua armonica vitalità, per i ritmi e per l’ordine che la caratterizzano e coi quali l’uomo è chiamato a interagire. Il paesaggio diventa per questi artisti l’orizzonte “biologico” per l’esercizio di una creatività la cui vocazione non è tanto quella di produrre un’innovazione ispirata dalla tracotanza della tecnica quanto quella di introdurre una trasformazione consonante con la specificità della vita e col tempo che la regola (tale atteggiamento trova riscontro anche nel ripudio, condiviso con la Minimal Art, della ricerca della novità formale, tipicamente novecentesca, in favore di un confronto serrato ed empatico con la forma del mondo).

Corsi di affresco

I Corsi di Affresco rappresentano, per un primo livello, un laboratorio d'introduzione alla tecnica dell'affresco. Per livelli di preparazione più avanzati si potranno definire programmi di approfondimento. Il corso per principianti è sviluppato su un totale di 16 - 20 ore suddivise in 3 lezioni. Il numero minimo di allievi consigliato per attivare il laboratorio è di minimo quattro persone, per la specificità della didattica è consigliabile non superare il numero max di 8 allievi.
L’indicazione fornita sul numero max di allievi che sarebbe possibile seguire da un docente, in un laboratorio di tecniche murali d’affresco, deriva dall’esperienza maturata su questo tipo di didattica che prevede un assiduo e costante controllo da parte dell’insegnante di tutte le attività in svolgimento per la particolare complessità delle stesse, nonché per la necessità di spazi adeguati che renderebbero problematiche le lezioni con un numero di allievi superiore a quelli indicati.
Programma:

1° giorno:
 4 ore
Breve introduzione teorica, nozioni tecniche di base sulla chimica dei materiali e l'utilizzo degli strumenti utilizzati nell’affresco (“buon fresco”). Lezione pratica, scelta del disegno, preparazione dello spolvero esempio di preparazione delle malte.

3° giorno:
6 - 8 ore
Lezione pratica, proseguimento della pittura in tutte le sue fasi. Completamento del proprio Affresco.

2°giorno:
6-8 ore
Lezione pratica, trasferimento del disegno sull’arriccio, stesura dell’intonaco finale (“velo”), sulla porzione scelta per la pittura da realizzarsi nella “giornata”. Taglio dell’intonaco non utilizzato a fine giornata.

COSTI
il corso completo di materiali costa a persona  270€ per l'intera durata. Acconto di iscrizione di 50€.
L'iscrizione è necessaria almeno 7 giorni prima per dare modo al docente di raggiungere la struttura e di organizzare la sua permanenza alla Fratta.
Il corso si intende attivo con la partecipazione di minimo 4 partecipanti



Corsi di acquerello e disegno

Landscape and Sense of Place - Corso base di acquerello
Il senso del luogo – il paesaggio e l’acquerello I, II
In collaborazione con Clarice Zdanski
L’acquerello è una delle tecniche più semplici e antichi ma che richiede una certa manualità nello stesso tempo.
Questo breve introduzione vi permetterà di avvicinarvi a questa tecnica artistica che gli artisti hanno sempre scelto per comunicare il senso del luogo che più li colpiva – basta pensare ai grandi della pittura come Albrecht Dürer e J.M.W. Turner.
Inoltre, l’acquerello è affascinante perché altamente personale: preferita per i taccuini, è una tecnica dove ogni maestro ha i suoi segreti.
Un corso di due lezioni, semplici ed efficaci, vi darà la possibilità di:
- conoscere i materiali e tecniche di acquerello (colori, pennelli, carta, altri accessori) e com’è stato usato da diversi artisti nel passato
- capire come funziona l’acquerello attraverso esercizi mirati
- imparare come ‘leggere’ e impostare un paesaggio
- eseguire un acquerello

Grazie a questo corso acquisirete le basi dell’acquerello, comprenderete qualche nozione della teoria dei colori e delle materie necessarie a questa tecnica, in modo di cominciare a lavorare in autonomia. Un secondo modulo sarà rivolto a chi è interessato a sviluppare le proprie idea nella creazione di un’opera originale.


PROGRAMMA, due moduli semplici ed efficaci che vi daranno la possibilità di :

PRIMO MODULO
Primo incontro – conosciamo l’acquerello: cenni storici; colori, carta e pennelli: i nostri strumenti e materiali; trasparenza la chiave
gli esercizi:
la velatura: uniformità e gradazioni
la rimozione del colore
la mascheratura
effetti speciali
tecnica e materia parlano: creazione di una opera astratta per familiarizzarsi con l’acquerello
Secondo incontro – un approccio semplice:
il metodo diretto
dipingere un paesaggio
 
SECONDO MODULO
Primo incontro – rivediamo alcuni approcci alla tecnica di acquerello
 ‘leggere’ e impostare un paesaggio;  il metodo diretto; chiaroscuro, strati e velature; il disegno in carboncino come studio preparatorio; la scelta del soggetto e fonti di ispirazione; l’intenzione artistica, stile e senso del luogo
Secondo incontro – creare il paesaggio scelto da voi!

A mani Nude, manipolazione argilla con i bambini

Lo stage ha l’obiettivo di elaborare e stimolare la prima esperienza tattile a contatto con l’argilla, materiale duttile ed elastico, che permette al bambino di modellare esprimendosi in tridimensione.
Per i più grandi (da 8 a 13 anni) è possibile scegliere un tema e realizzare un manufatto in base ad un progetto.
Faremo creare degli oggetti a tema libero o ispirati ad elementi della natura che si possono reperire nell’ambiente circostante il laboratorio, poi il maestro penserà alla cottura per consegnare il prodotto finito alla fine dello stage ai genitori ed ai bambini.


Dicembre 2011, Casa dei Bambini, Montessori – Perugia
“A scoprire la Terra…..con l’argilla”
Nel mese di dicembre ho accettato con piacere l’invito della “Casa dei bambini” sezione Primavera, di Perugia per lavorare qualche ora con i piccoli condividendo con loro la mia esperienza di ceramista-scultore. Ho voluto portare con me anche il tornio non avendo pretesa di farlo usare, bensì per dimostrare le possibilità di manipolazione che questo antico strumento offre esaltandone l’aspetto creativo. I bambini erano entusiasti di cominciare; prima di farli sedere ho steso una lastra di argilla in forma rotonda dove loro hanno impresso le proprie impronte delle mani; questo per far “imprimere” la propria individualità in uno spazio comune; una volta seduti ordinatamente nei tavoli disposti intorno a me ho dato a ciascuno di loro una palla di argilla e spiegato che la terra è materia comune che fa parte della nostra vita, dalla Terra Rotonda (il Mondo) dove viviamo, agli oggetti d’uso che utilizziamo (utensili, bicchieri, piatti, case e mattoni…); poi ho cercato di sperimentare con loro l’esperienza tattile cercando di percepire il senso di freddo, caldo, ruvido o liscio…..Dopodichè ognuno ha liberamente manipolato la propria palla d’argilla costruendo in un piccolo gioco il loro immaginario (chi una montagna, chi una casa, chi una barca,…).
Nella fase finale dopo aver assemblato una palla molto più grande di argilla l’ho lavorata al tornio in una forma sferica fino alla creazione di un grande vaso. Nella fase di creazione ogni bambino ha potuto sperimentare il movimento rotatorio del tornio e la sensazione che ha nelle mani l’argilla bagnata. Questo momento finale è stato vissuto intensamente e con grande entusiasmo. Ringrazio molto per quest’invito che mi ha potuto dare la possibilità di far avvicinare i bambini a ciò che amo e che rappresenta il mio mestiere. Luca Leandri

Corsi estivi per bambini

I moduli sono adatti a famiglie che vogliono trascorrere una vacanza in Umbria e dedicarsi insieme ai figli ad attività creative e di approfondimento sulla ceramica e su altre arti.

bambini
bambini
bambini
bambini
bambini
bambini
bambini
bambini
bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini

  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini
  • bambini

Gli stessi moduli sono adattabili alle esigenze di famiglie residenti qui in Umbria e che vogliano far trascorrere delle brevi sessioni estive dedicate all'arte attraverso attività con professionisti che operano nei vari settori, ceramica / teatro / musica /disegno.